E' una mattinata raggiante quella che ci aspetta! Ricca di natura e scoperte nel nostro Parco Nord Milano.
I piccoli Blu, ma ''grandoni'' avventurieri della scuola dell'infanzia Fante d'Italia di Sesto non mancano all'appello, pronti ad intrapredere un'avventura insieme a noi - Daniele (un ragazzo in alternanza scuola lavoro) e Massimo.
Subito ci incamminiamo con allegria verso quella che sarà la nostra prima tappa.

 sg fante1

Eccoci! Ci mettiamo in cerchio per presentarci ed è proprio ora che facciamo il primo incontro con la natura del parco di oggi: Massimo tira fuori dal suo zaino un piccolo sacchettino che ci ricorda molto un sacchetto di caramelle, ma questa volta il contenuto non è commestibile!

sg fante2

Massimo porge ad ognuno di noi quella che, inizialmente, pensiamo sia una ghianda ... e ci chiede cosa ci ricorda quel misterioso oggetto.

''Ghianda'' dice uno di noi, ''Uovo'' risponde un'altro, ''E' legnoso'', ''Un sasso'', ''Punge'', pigna, noce, riccio, pizzica, ... molte le cose che ci fa venire in mente quel piccolo oggetto ma, alla fine, Massimo ci svela il mistero: è una galla, la ''casetta'' di un piccolo insetto che, una volta cresciuto e uscito dalla galla stessa, si invola dentro al bosco.

Quante nuove scoperte. E siamo solo all'inizio.

 ''Alla ricerca delle galle delle querce'' ecco, appunto, qual è la prima attività di oggi.

sg fante3

Durante la ricerca scopriamo che esistono molte forme di galle che appartengono tutte a insetti diversi.

Massimo ci racconta poi la storia della grande e forte quercia.

Ci incamminiamo nuovamente dentro al bosco. Durante il tragitto ci imbattiamo in un'altra quercia con una visibile spaccatura sul tronco.

Massimo ci spiega allora che questa spaccatura non è altro che una cicatrice dell'albero che dovuta ad un fulmine che lo ha colpito tempo fa e che piano piano si sta rimarginando  

sg fante4

La prossima tappa è un piccolo albero visibilmente più debole e meno robusto della poderosa quercia ... che però ha una caratteristica molto particolare.

L'albero gracilino si chiama sanbuco ed il nome ci dice già tutto ciò che c'è da sapere, la peculiarità del sambuco sta nell'essere, tendenzialmente, bucato all'interno sia nel tronco che nei rami e rametti ed è proprio per questo, ci dice Massimo, che il sambuco fu utilizzato dagli antichi come strumento musicale a fiato - il primo flauto!.

Poi Massimo ci racconta la favola del sanbuco generoso e "musicista"...

sg fante5

Pausa grissini! Evviva!

 sg fante6

Il nostro successivo incontro con uno dei tanti alberi del parco, lo abbiamo col frassino ... su di lui ecco una favola davvero interessante e ricca di magia ...

sg fante7

Dopo averci raccontato la favola del frassino magico, Massimo ci chiede di cercare i semi del frassino, ovvero le "chiavi" della nostra storia ...!

Noi siamo disorientati.'' Ma che forma hanno i semi del frassino?'', ''Come facciamo a sapere cosa cercare?'' ci chiediamo un po' tutti guardando a terra senza sapere bene cosa e dove cercare. Massimo allora ci viene in aiuto mostrandoci come sono fatti i semi del frassino. Appena vediamo come sono fatti incominciamo a trovarne moltissimi ai nostri piedi: chiari, scuri, sporchi di terra ... ne troviamo di tutti i tipi.

sg fante8

Siamo quasi giunti al termine della nostra avventura ma qualcosa ancora ci manca!

Massimo ci chiede di metterci in cerchio e, lentamente, uno per volta ci divide in tre gruppi con a base un criterio: siamo quercie, sambuchi o frassini? Non è facile ...

sg fante9

Inizia la ricerca! Insieme alle maestre ogni gruppo deve trovare un numero perciso di alberi corrispondenti al nome del gruppo; il gruppo delle querce dovrà trovare tre querce, il gruppo dei frassini 2 frassini ed il gruppo dei sambuchi 2 sambuchi.

Inizia allora la nostra ricerca ... andiamo di là e di qua, di giù ed in su, a destra e a sinistra e tutti danno il meglio di loro stessi e cercano ognuno si ferma sull' albero che gli sembra quello del suo gruppo!

Il primo gruppo a trovare tutti gli alberi sono i sanbuchi.Complimenti! Ma anche gli altri gruppi non smettono di darsi da fare e, alla fine, ogni gruppo riesce a trovare i propri alberi.
Una volta trovati tutti gli alberi, Massimo ce li mostra uno alla volta e ad ogni albero assegna alcuni nomi dei componenti del gruppo che lo hanno trovato

sg fante10

La Quercia di Giuseppe, Angelica, Andrei ...

sg fante11

La Quercia di Francesco, Mohamed ...

sg fante12

La Quercia di Michelle, Domenico ...

sg fante13

Il Frassino di Maddalena, Ambra, Jordy ...

sg fante14

Il Frassino di Federico, Irene ...

sg fante15

Il Sambuco di Nicolò, Samuele, Elisa ...

sg fante16

Il Sambuco di Alice, Serena ...

sg fante17

E ora passiamo ai compiti!
Innanzitutto vi chiediamo di approfondire in qualche modo la conscenza di questi tre alberi, con disegni, scritti e quanto vorrete voi!

Quindi la progettazione del Grande Albero in Terra - un albero che non esiste e che dovrete inventare voi. E dovrete realizzare le sue foglie, in quantità!

La nostra avventura è finita ma non preoccupatevi, io e Massimo saremo qui ad  aspettarvi per una prossima avventura in primavera.

sg fante18

Buon rientro a scuola!

contentmap_plugin