Sei in ... Home I programmi didattici Programmi didattici gratuiti Il percorso sensoriale

Il percorso sensoriale

Stampa  E-mail  Giovedì 10 Settembre 2009 12:44

Il percorso sensoriale

Questa attività ha come obiettivo l'esplorazione dell'ambiente naturale del parco attraverso i sensi (vista, udito, tatto).
L'idea è di far scoprire all'alunno la realtà che lo circonda, attivando la sua attenzione nei confronti dei vari stimoli che il parco offre: affinare i sensi tramite un'analisi guidata del contesto ambientale in cui ci si trova.
Il lavoro prevede alcuni momenti distinti nei quali viene chiesto all'alunno di dirigere la propria "attenzione sensoriale" verso ciò che lo circonda, ciò che sta sopra di lui e ciò che si trova sotto di lui.

Durante la prima uscita la nostra attenzione sarà rivolta a ...

Intorno a me

Ogni alunno è in piedi, appoggiato a un albero, con gli occhi chiusi, ... ma non solo.
TATTO
- toccare con le mani: la corteccia (ruvido/liscio), le foglie, il muschio, gli insetti, la terra;
- toccare con la schiena e con la pancia: sperimentare la sensazione di essere appoggiati a un albero (umidità, ruvidezza, ecc);
- appoggiare la guancia alla corteccia: che segni mi ritrovo in faccia?
- toccare con i piedi: calpestare le foglie secche, i rami, la terra; lasciare impronte e confrontarle.
UDITO
- ascoltare con gli occhi chiusi e successivamente con gli occhi aperti, rilevare le differenze e le sensazioni provate;
- percorre un piccolo tragitto in cui l'attenzione è centrata solo sui suoni;
- analizzare ciò che si percepisce con l'udito: cercare il suono più forte/debole, il più vicino/lontano, il più strano, il più intenso, il più ricorrente, il più riconoscibile;
- focalizzarsi su un solo suono e descriverlo agli altri.
VISTA
- guardare in alto: osservare la chioma dell'albero, il colore del tronco, l'intrecciarsi dei rami;
- guardare da vicino: osservare una piccola area delimitata - osservare il piccolo mondo ...
- guardare in basso: osservare l'affiorare delle radici.
- guardare lontano: osservare anche attraverso un binocolo, osservare le distanze, l'orizzonte.
- percorrere un breve tragitto osservando e memorizzando in silenzio tutto ciò che si incontra;

Sopra di me

Ogni alunno è sdraiato sul prato o nel bosco col naso all'insù.
VISTA
- osservare da una prospettiva diversa l'ambiente: osservare il cielo, (osservazione metereologica), osservare le nuvole (forma, colore, densità, movimento), osservare le foglie (sono presenti o meno, cadono, sono mosse dal vento), osservare i colori del cielo e degli alberi, osservare gli animali;
TATTO
- raccogliere e analizzare a occhi chiusi un oggetto naturale raccolto - fare lo stesso lavoro operando scambi con i compagni;
- concentrarsi sulle sensazioni che dà la schiena a contatto con la superficie del prato sulla quale si è sdraiati.

Sotto di me

VISTA/TATTO
- osservare cosa c'è sopra il suolo, in prossimità del terreno;
- osservare cosa c'è sotto il suolo: delimitare una porzione di terra da analizzare, operare uno scavo con una paletta metallica, prelevare un campione, analizzare la consistenza della terra (umidità, colore, grana, presenza di materiali o animali ecc), confrontare la terra prelevata in superficie con quella più in profondità;
- portare i campioni di terra a scuola, per ulteriori attività di confronto e analisi;

E il gusto e l'olfatto dove sono finiti?
Forse i profumi del bosco sono rimasti intrappolati in qualche nube di fumo nero?
Forse i frutti spontanei, che colorano le piante dal parco, non sono sempre "buoni" per far gelati o succose caramelle?
A volte la fantasia trova cose che i soli occhi non vedono…


E durante la seconda uscita?

Faremo la conoscenza del sentiero sensoriale vero e proprio ...

Il sentiero è situato presso il boschetto che si trova all'interno della recinzione del plesso scolastico Parco Nord.
Si tratta di un percorso per occhi, piedi (possibilmente nudi), mani, ... che si snoda lungo circa 50 metri di sabbia, cippatura di legno, tronchetti, mattoni, paglia, ..., su cui bambini potranno muoversi da soli e in coppia, bendati, in piedi e a carponi; potranno valutare la consistenza di vari materiali naturali, conoscerne le caratteristiche.
Inoltre, all'interno della piccola area boscata adiacente, si trovano varie postazioni in continuo divenire per giocare, sperimentare i propri sensi, la propria capacità di equilibrio e di conduzione di un compagno.

sentiero

Questo sentiero dovrà crescere anche grazie al vostro aiuto ... Le possibilità sono molte:
- potremmo costruire insieme dei pannelli sonori, utilizzando materiali di vario tipo (metallici, legnosi, di plastica,...) e con varie forme, da appendere agli alberi presenti all'interno del boschetto.
- possiamo realizzare inoltre delle strutture per l'esercizio del tatto, incollando su basi di legno vari materiali naturali suddivisi per tipologia (cortecce, semi, foglie,...) o per sensazione tattile (liscio, ruvido).
- sarebbe interessante - sopratutto per i più piccoli - anche sistemare delle piccole "stanze" all'interno del boschetto scegliendo un tema specifico (magari di tipo fantastico - es. gli gnomi).
- e perchè non mettere tanti vasetti nei quali seminare le piante aromatiche
- sarebbe bello inserire anche il ... gusto ... in effetti un bell'angolo merenda....

sentiero

Vuoi conoscere le attività svolte dalle classi durante lo scorso anno scolastico? --->>>

Commenti

Per inserire il tuo commento devi effettuare il login