E' una fredda giornata autunnale, con piccole gocce che per fortuna smettono di cadere appena arrivate. Noi ci siamo conosciuti in prima ma l'accoglienza è molto calorosa: ben tornati!

Ci ripresentiamo e ripresento il Parco, con la sua storia e il lavoro che è stata fatto per avere il bosco, i prati, gli stagni.

Siamo pronti all'esplorazione di oggi?

Il nostro filo conduttore saranno: Acqua, Aria e Terra.

Una raccolta di parole per cominciare.

La prima parola che avete detto e che le accomuna tutte è VITA. Però mi fate notare, per la vita ne manca una... il fuoco! O meglio, il SOLE: ci scalda e ci da la luce. Alle piante la luce serve per costruirsi il cibo, e a noi di conseguenza per nutrirci.

Il sole scalda noi, gli altri esseri viventi, ma anche l'aria, la terra e l'acqua.

Partiamo proprio dalla temperatura: come sarà quella dell'aria oggi? 

Con un termometro speciale proviamo a misurarla: avevano ragione alcuni compagni, è quasi 5 °C... poco meno!

La terra secondo voi è più fredda: che sopresa, è quasi il doppio dei gradi dell'aria: 8 °C

Ragioniamo insieme e questo per gli animali che ci vivono e ci passano l'inverno, come le larve degli insetti, è un bene. Ma anche per le radici degli alberi!

Per trovare l'acqua dovremo spostarci.

Nel nostro cammino però esploreremo i boschi che attraverseremo: abbiamo un altro compito importante, raccogliere i piccoli tesori che gli alberi lasciano cadere, i semi. Anche loro per germinare hanno bisogno degli elementi che abbiamo elencato.

Partiamo. Lungo il primo sentiero camminiamo in silenzio per ascoltare i suoni del bosco. Solo un picchio rosso ci accompagna ma non lo vediamo, ascoltiamo solo il suo canto.

Prima tappa e raccolta dei semi e delle bacche che troviamo!

La nostra raccolta la conserviamo in uno scrigno speciale: un seme gigante che li contiene tutti!

Proseguiamo, resistendo al freddo che piano piano sale dai piedi. 

Per scaldarci proviamo anche a salire di corsa una collinetta! Dall'alto si vede un piccolo lago, che presto raggiungeremo.

La prossima tappa è un nuovo piccolo bosco dove partiamo con la seconda raccolta di semi. 

Proviamo anche a scavare, per vedere come è la terra che poi li accoglierà. E per prelevarne un po' e riempire due vasetti che ho con me.

Per scoprire le consegne che vi lascerò per l'inverno raggiungiamo l'acqua del lago, di cui misuriamo la temperatura per scoprire che è ancora più calda della terra: 10 °C!

Con questo dato completiamo la mappa di parole iniziata quando ci siamo incontrati, aggiungendo anche le parole che avete incontrato in queste due ore.

Questa mappa la porterete a scuola, e sceglierete le parole che c'entrano con ALBERO, inserendo anche tutte quelle che vi verranno in mente.

Porterete a scuola anche i due vasetti, prendendovi cura di uno e lasciando l'altro senza attenzioni: cosa succederà? Che osservazioni potrete fare?

Come ultima cosa vi consegno anche lo scrigno dei semi: li osseverete, proverete a capire come viaggiano i semi, quali sono leggeri, quali pesanti, quali galleggiano... e, così come ogni seme nasconde in se un grande albero, così vi chiedo di riportarmi questo seme con  la raccolta di tutti i grandi sogni e desideri per quando crescerete.

Ci siamo dimenticati di osservare e leggere insieme il vostro decalago delle cose che si possono fare al Parco! Anche leggendolo ora vediamo che alcune le abbiamo fatte!

Grazie a tutti e buon inverno! Ci rivediamo in una giornata un po' più calda!

contentmap_plugin