Una soleggiata giornata vi aspetta. Ci incontriamo vivino al capolinea del tram, vicini al Lago Niguarda.

Camminate con me fino ad un prato. Qui ci presentiamo e poi vi racconto del Parco che molti di voi conoscono per esserci venuti con la scuola, o con le vostre famiglie. Cosa c'era prima del Parco? e com'è nato il Parco? E qui dove siamo oggi, l'acqua di questo lago da dove arriva?

 

I prati, i boschi piantumati, le strade, le piste ciclabili: come voi stessi sapete perché lo frequentate molto, il parco non è solo natura ma offre a tutti la possibilità di fare sport o passeggiate. E' un parco metrolpolitano, cresciuto intorno, o meglio circondato, dalla città. Però, man mano che gli alberi crescevano e il verde aumentava, sono arrivati anche gli animali, che hanno imparato a convivere con noi e i nostri rumori. Insetti, uccelli, anfibi e rettili e piccoli mammiferi, tutti attratti da ambienti costruiti dall'uomo.E intanto col vento arrivavano e arrivano anche i semi, e le erbe sponanee si sono fatte spazio tra quelle seminate da noi. La biodiversità del Parco, cioè la ricchezza in forme di vita animale e vegetale, è varia!  Proveremo a conoscere un po' di questa biodiversità, di quello che c'è qui: pronti a trasformarvi in esploratori?

Divisi in quattro gruppi, raccoglierete quante più racce animali e oggetti naturali troverete, sempe rispettando gli animali (vi chiedo di scriverli, fotografarli o di chiamarmi e di non portarmeli) e le piante (vi permeto di cogliere una bacca o una foglia, ma stando attenti a non esagerare).

Facciamo una prima raccolta nel prato e fuori dal bosco.

Una seconda, dopo merenda, all'interno del bosco.

Quando ci ritroviamo ogni gruppo divide i propri materiali ed elimina i "doppioni".

Poi i gruppi uniscono i loro raccolti, e dò anche un punteggio, più alto se gli oggetti sono stati trovati da un solo gruppo (4) o se sono stati raccoli da tutti (1):  lo confronteremo con le altri classi per avere una stima di quanto trovato.

Avete trovato 61 oggetti diversi: foglia di gelso, acero, vite del Canada, ciliegio, foglia ovale, fico, bagolaro, pioppo, pioppo bianco, nocciolo, agrifoglio, frassino, scotano, edera, caco, foglia allungata, melograno, tarassaco, erbacea fiore rosa, spiga, melograno, nocciola, ghianda, bacca biancospino, pigna, noce, castagna ippocastano, frutto robinia, fragola matta, rosa canina, cappello ghianda cerro, sasso con muschio, fiore trifoglio, margherita, tarassaco, rosa, erbacea fiore giallo, chiocciola, lumaca, penna, lucertola, talpa, ape, libellula, uccello nero, ragno, cornacchia, farfalla, mosca, moscerino, zanzara, germanoformica, verme, legnetto, albero con funghi, corteccia scura, corteccia chiara, sasso, iterno albero, rametto bianco.

Il punteggio è pari a 203, a cui aggiungo 10 punti per due relazioni trovate: lucertole che si nutrono di insetti, chiocciole che mangiano le foglie.

Il punteggio totale è di 213.

Lo confronterete con i compagni dell'altra classe! 

Per quando tornerete, oltre che osservare gli oggetti che porterete a scuola, e identificare alcune foglie, avrete un seme da riportare e che vi faremo avere. Oggi ne abbiamo raccolti diversi, ed ogni seme, a differenza di tutti gli altri oggetti, ha in se il potere di germinare. Così come in natura, vi chiedo di riempire il seme con i vostri pensieri, sogni e idee che possono crescere e diventare qualcos'altro.

Arrivederci!

 

contentmap_plugin