garibaldino

Incontro i nuovi amici della classe 1e presso l'ingresso parco di via Suzzani.
Da qui ci avviamo verso la Montagnetta.

Siamo fermi su di un prato al sole - oggi c'è una bella arietta che stempera il caldo dei giorni scorsi.
Ci presentiamo e iniziamo il nostro lavoro di oggi ... un percorso storico geografico all'interno del Parco Nord. Attraverso appunto alcuni luoghi significativi per la storia del parco. Più che altro per la storia del territorio parco prima che che il parco stesso venisse istituito.

In effetti ... la stora del parco si può semplicemente ridurre a tre date ... 1970 - 1975 - 1983 (l'idea di parco - la legge istitutiva - l'inizio dei lavori).
Mentre la storia del territorio si perde più indietro nel tempo ...
Andiamo a cercarlo ... questo tempo!

Saliamo sulla cima della Montagnetta dalla parte più "difficile" ...

 

Siamo di fronte al monumento al Deportato.
Racconto due storie ... la prima è la storia della realizzazione della Montagnetta - come accumulo nel tempo delle scorie degli altiforni della Breda.
La seconda è quella della deportazione degli operai sestesi durante la Seconda Guerra Mondiale ... una storia triste, sconosciuta, che ci dovrebbe far riflettere ...

 

Quanti nomi su queste lapidi commemorative ...

 

Facciamo merenda, quindi ci avviamo ... rotolando!

 

Raggiungiamo un altro punto interessante ... i binari della Breda (sempre lei!). Ovvero un anello di prova per un particolare tipo di locomozione per la linea rossa della metropolitana milanese (fine anni '50).
Ora osserviamo come i binari siamo stati colonizzati dalle piante ... nella lotta tra la pianta e il cemento ... chi sopravviverà? E che vorremmo che sopravvivesse? E come potremmo fare per farli sopravvivere tutti e due?
Attendo le vostre idee in merito ...

 

Poco più in là un altro punto di sosta interessante. Sempre targato Breda.
La palazzina volo dell'aeroporto militare attivo durante l'ultimo conflitto mondiale.
Anche qui c'è una storia di abbandono, u di una colonizzazione da parte di piante ed animali.
E anche qui esiste un bel dilemma ... natura o artificio? Chi vogliamo priviliegiare? Come eventualmente far convivere le due situazioni?

 

Ecco, dopo un po' di cammino, alla nostra ultima tappa.
I rifugi antiaerei della Breda.
Scendiamo sotto terra, percorriamo gli stretti corridoi ... E riviviamo le storie vive di questo luogo.
Soprattutto le paure e le preoccupazioni di chi ha passato ore sottoterra per evitare i bombardamenti ...

 

Il nostro percorso è terminato e vi avviate verso scuola.
Buona giornata a tutti!

contentmap_plugin