sensi

Arriviamo alle Scuola Parco Nord e ci state aspettando, ben arrivati! Noi siamo Alessandra, Omar e Gabrio (due ragazzi dell'alternanza scuola-lavoro). Insieme entriamo nel Parco e raggiungiamo un prato dove presentarci.

Vi racconto la storia del Parco, di come è stato costruito, di come, dopo il bosco, sono arrivati gli animali. Oggi lo esploreremo, ma chi è un esploratore? Uno che osserva, trova, fruga nel bosco, scopre tesori.

E con che strumenti? Gli occhi per osservare, ma non solo! le orecchie per ascoltare, il naso per annusare e le mani per toccare. Grazie a tutti questi sensi possiamo imparare molte cose che solo con la vista non scopriremmo. C'è anche la bocca e le cose che possiamo assaggiare, ma per oggi questo senso lo lasceremo per gustare la merenda.

Anche solo dal cerchio dove siamo, possiamo sentire gli uccelli anche se non li vediamo, possiamo toccare l'erba e accorgerci che è bagnata, fredda, la terra dura.

Pronti ad entrare nel bosco?

Per prima cosa, camminando in fila e in perfetto silenzio, osserviamo i particolari intorno a noi.

Cos'avete visto? Una cornacchia grigia, una cosa bianca, una capanna, un albero, piante, un serpente, un nido, rami a X, uccelli, albero con le foglie gialle, radici come un serpente, albero rosso.

Rimanendo fermi, con gli occhi chiusi, proviamo poi ad ascoltare i suoni e i rumori intorno a noi: cinguettii, lo scorrere di qualcosa che ci sembra cqua, ma poi capiamo che sono le auto!

Ora ho una richiesta particolare per voi: mi portate un'odore? odore di terra bagnata- odore di freddo - profumo di anguria - profumo d'erba - profumo di mela - tanti legni diversi che promuvano in modo diverso - una foglia che puzza

Facciamo merenda per riposarci un po'.

Troviamo poi un'altra radura, ed è il momento di conoscere da vicino gli abitanti forse più importanti del bosco: gli alberi!

Ognuno trova il suo, lo abbraccia chiudendo gli occhi e concentrandosi sulla corteccia.

Com'è sotto le mani?
ruvido - pieno di muschio - freddo - sotto freddo, sopra caldo - rugoso - ruvido  - liscio - duro - ruvido da una parte, da una parte morbido -soffice - morbido e poi gli voglio bene

E' arrivato anche il momento di scavare!

E chissà quanti animaletti sotto i nostri piedi. Proviamo a cercarli, spostando le foglie e scavando con un legnetto, senza far male a chi troveremo, e poi ricoprendo tutto di nuovo.

Dopo aver ricoperto le buche ed esserci sporcati le mani, ci rimane un'ultima cosa importante da fare.

Riempiremo tre retine, ciascuna raccogliendo oggetti naturali con caratteristiche diverse: oggetti tondi, oggetti lunghi, oggetti morbidi.

A scuola le osserverete, scoprirete altre relazioni, proverete a sostituirle con altri materiali dalle stesse caratteristiche

Per salutarci, ecco il timbro del nostro amico Brughillo!

Buon rientro! Ci vediamo in primavera!

contentmap_plugin