I piccoli amici di oggi arrivano puntualissimi al centro civico di Bresso dopo aver fatto un veloce pranzo al sacco in classe.
Ci salutiamo e...vi ricordate sia di Massimo che di me! Ben tornati! Raccontate che l'anno scorso avevamo fatto insieme la mappa dei colori e che avevamo aiutato il bosco a recuperare i colori rubati da un perfido mago!

 E quest'anno, invece, quale sarà il nostro compito?
Ci dividiamo in 2 gruppi, e ci incamminiamo verso il lago e qui, in cerchio, vediamo di scoprire cosa ci aspetta oggi...
Dovete sapere la Natura è composta da due grossi gruppi: quello degli esseri viventi (piante, animali e funghi) e quello dei non viventi. Oggi ci occuperemo di questi ultimi e scopriremo come siano legati agli esseri viventi...
Ma quali sono queste "cose non viventi" presenti in Natura? Dopo averci pensato un pochino ecco la soluzione: ARIA, ACQUA e TERRA.
Per prima cosa ci divideremo in tre gruppi: ciascuno dovrà scrivere tutte le parole che gli vengono in mente con questi elementi.

br manzoni2b

br manzoni2b1

Bravi! Ottimo lavoro! Ma, secondo voi, c'è una caratteristica che accomuna questi tre elementi? "Sì! L'albero! Le piante usano la terra per aggrapparsi con le radici, l'acqua per bere e producono l'ossigeno che forma l'aria" dice prontamente uno di voi. Vero! L'albero accomuna tutti i tre elementi, ma lo analizzeremo in seguito...
"Ah! Possiamo in tutte e tre misurare la temperatura!" esclama un altro. Esatto! Ma, dovete sapere che per misurare la temperatura di questi elementi abbiamo bisogno di un termometro speciale. Non possiamo usare quello per la febbre di certo! Questo perchè quest'ultimo registra le temperature solo dai 34 °C ai 42°C e l'aria può essere molto più fredda...Ma non possiamo nemmeno usare il termometro che magari alcuni di voi hanno in giardino...Ne useremo uno ad hoc: è dotato di una matita di metallo che, immersa nella sostanza da misurare, trasmette ad un piccolo computer la temperatura..Pronti?
Inziamo con la terra...

br manzoni2b2

...poi con l'acqua e l'aria...

br manzoni2b3

Riportiamo nei cartelloni le temperature trovate...

br manzoni2b4

br manzoni2b5

br manzoni2b6

Ma, se provassimo a misurare la temperatura dell'aria vicino al nostro corpo cambierebbe qualcosa? Proviamo e vediamo che è più alta di 1°C! Questo perchè il nostro corpo emana calore e scalda l'aria che ci circonda!
Un altro aspetto su cui dobbiamo riflettere è che non tutti gli elementi si raffreddano e si scaldano allo stesso modo: l'acqua, per esempio, cattura molto lentamente il calore e lo rilascia altrettanto lentamente. Pensate un po' al mare di notte: l'acqua è calda a differenza della sabbia che si raffredda velocemente! Infatti se facciamo il bagno a mezzanotte siamo più caldi in acqua!

Bene! E' giunto il momento di parlare di alberi...Mi avete già detto che gli alberi usano tutti questi tre elementi per vivere. Ma, un albero usa l'acqua e le sostanze in essa contenute per crescere forte e sano, come riesce a riprodursi? Come crea nuovi alberi? "Con i semi!!" gridate all'unisono.
Esatto! Proviamo a vedere se sono tutti uguali...Andiamo a cercarli!

br manzoni2b7

br manzoni2b8

Ecco il risultato della raccolta.

br manzoni2b9

 Osservando il bottino notiamo che non tutti i semi sono uguali...Questo perchè secondo voi? Secondo voi, le piante come possono riuscire a diffondere i semi? A chi chiedono aiuto? "All'aria e all'acqua!" Esatto! Ma anche aglia animali! 
Infatti a seconda dell'aiuto che utilizzano, hanno delle forme diverse...ma vediamole..
I semi che usano il vento (come l'acero o il tarassaco) sono piccoli e leggeri, dotati molto spesso di una struttura che li aiuta a volare (un'ala o un piccolo paracadute); i semi che usano l'acqua devono riuscire a galleggiare e per farlo hanno attorno a sè dei salvagenti ricchi di aria ed infine i semi che usano gli animali o sono contenuti in succulenti frutti o hanno dei picccoli gancetti per appenderli al pelo.
Ma, proviamo a vedere se tra quelli che avete raccolto qualcuno galleggia...

br manzoni2b10

 Vediamo che galleggiano quelli del biancospino, racchiusi in una polpa molto porosa, e quelli della berretta da prete che hanno delle vere e proprie camere d'aria!
Purtroppo il tempo è finito...ma prima di salutarvi, vi lascio un compito per la prossima volta: raccogliete un po' di terra dal giardino della scuola. Mettetela in due vasi. Uno lo innaffiate costantemente, invece l'altro lo lasciate sul davanzale interno della finestra. Cosa succederà? Raccontatemelo la prossima volta!
A questa primavera!

contentmap_plugin