garibaldino

Una bella mattinata di sole tiepido accoglie gli amici e le amiche della classe 3a.
Ci incontriamo in cascina e da qui ci avviamo verso la Montagnetta.

Con molti di voi ci conosciamo già ... ma ricordare i vostri nomi non fa male ...
Oggi la chiave di lettura del parco sarà la sua storia.

La storia del parco in se' - che si può riassumere brevemente in tre date (1970 - 1975 - 1983).
E la storia del territorio su cui il parco si va a strutturare prima della nascita del parco stesso.

Oggi ci occuperemo soprattutto della seconda ...
E partiremo proprio dalla Montagnetta, ovvero l'ammasso di scorie degli altiforni della Breda, accumulate dal 1920 al 1960.

Ci saliamo sopra ... dalla parte più difficile, ovviamente ...

In cima entriamo a contatto con la storia con la S maiuscola ...
Siamo nei pressi del monumento al deportato. Non possiamo avvicinarci troppo in quanto due operai stanno sistemando alcune parti del monumento setsso che è stato, purtroppo, vandalizzato recentemente.

Questo monumento ricorda gli operai sestesi deportati nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale.

Proseguiamo il cammino in direzione di un'altro pezzo di storia interessante ... 
I binari Breda, ovvero un anello di prova per la prima linea della Metropolitana Milanese. Siamo nel 1960 ... e, una volta volta abbandonati questi binari ecco le piante che iniziano la loro straordinaria opera colonizzatrice.

Osserviamo un fantastico ciliegio e alcuni "normali" spaccasassi!

Lungo la strada verso i rifugi antiaerei della Breda osserviamo velocemente da fuori la Palazzina Volo. Segno della presenza di un piccolo aeroporto militare bombardato nel 1944. E successivamente divenuta sede di tanta natura!

Eccoci nei pressi dei rifugi.
Scendiamo sotto terra ...
Ci accoglie la "bomba gentile" realizzata all'uncinetto ...

Vi racconto le storie di questo luogo ... i ragazzini avventurosi scopritori e le persone che nel 1944 hanno effettivamente sperimentato cosa volesse dire essere dentro ad un rifugio durante un bombardamento ...
Una esperienza non certo piacevole!

Dopo la foto di gruppo ci salutiamo! 

contentmap_plugin