Buon giorno a tutti cari lettori! Io sono Enrico e oggi insieme alla mia collega del servizio civile Ivana ci rechiamo all'ospedale Bassini, nel reparto di pediatria, per portare avanti un progetto avviato nel 2006 da una ex collega, che consiste nel portare alcuni pezzi di Parco Nord ai bambini e ai ragazzi ospedalizzati.

La giornata è splendida, il sole scalda e sbrina i prati, tanto che sembra quasi l'inizio della primavera piuttosto che l'inizio dell'inverno! Nel tragitto raccogliamo le ultime ghiande e siamo pronti a salire... 

Arriviamo al sesto piano dell'ospedale, entriamo nell'aula adibita ai lavori creativi gestita dalla maestra Anna, nostro punto di riferimento e tramite, e li ad attenderci troviamo tre ragazzi: Mustafà, Maria e Desirè. Dopo aver chiesto se i ragazzi conoscevano il parco, decidiamo di creare un racconto che ha come protagonista uno scoiattolo di nome Scotty. Ognuno ad occhi chiusi racconta un pezzo e chi vuole prosegue... 

 

 18gennaio1

 ...ecco qua la storia:

C'era una volta, in mezzo ad un bosco, una mamma scoiattolo che doveva fare una tana per i suoi cuccioli. Nascono quattro fratellini, il più piccolo si chiama Scotty. Giocavano a rincorrersi sui rami di pini e abeti. Ma ad un certo punto...il ramo su cui correva Scotty si rompe! Scotty rimane appeso per la coda e grida..."aiutoooo!". Lo sente una scoiattolina che abita li vicino. Lei, insieme ai tre fratelli, gli corrono in aiuto, decidono di costruire una scala per raggiungere lo scoiattolino.

La bellezza della scoiattolina permette a Scotty di resistere alla fatica...Scotty scende e si salva!!

Scotty diventa grande, cresce osservando il bosco. Conosce alberi fiori terreni...

Nel suo girovagare, trova un albero che gli piace proprio tanto!!Decide che diventerà la sua nuova casa! Con la sorella grande decide di andare a vivere in questo albero. La loro convivenza procede tranquillamente: la sorella fa la spesa, raccoglie muschio e rametti; Scotty va in cerca di semi secchi che però non porta nella tana per l'inverno ma lancia nel laghetto.

Il finale della storia? La prossima volta!!!  

Finita la storia le ragazze si assentano una alla volta per qualche minuto, questo mi da la possibilità di far vedere un paio di "trucchi di magia" per stupire gli amici una volta usciti dall'ospedale. Mustafà era entusiasta e a sua volta mi ha insegnato una magia! Questa è una pistola costruita dal nostro amico con due ventagli di carta, veramente bella!

 18gennaio1

Dopo la storia decidiamo di cimentarci in qualcosa di più pratico.

Facciamo vedere ai ragazzi le barchette che abbiamo costruito in cascina e chiediamo di aiutarci a costruirne altre. A loro vengo idee veramente interessanti e si mettono subito all'opera! I materiali utilizzati sono: tappi di sughero, legnetti, foglie e cupole di ghianda. Per tenere tutto unito ci siamo serviti della colla a caldo.

 18gennaio1

Ci siamo divisi equamente, io con Mastafà mentre Ivana era con Maria e la tirocinante universitaria Silvia che ci ha affiancato durante l'attività.

 18gennaio1

 18gennaio1

 Questo è il Galeone costruito dal nostro amico Mustafà.

 18gennaio1

 18gennaio1

 Questo è il Catamarano super accessoriato delle nostre amiche.

 18gennaio1

Abbiamo anche salutato una piccola amica, Giulia, di tre anni, che era nella sua stanza con il suo papà. Ci ha chiesto dei palloncini e un puzzle così non si annoiava... e visto che le avevamo appena costruite, le abbiamo portato anche una barchetta in sughero, era contentissima!

Così siamo giunti alla fine della prima uscita al Bassini. Vi ringraziamo della splendida mattinata.. con l'augurio che vi riprendiate il prima possibile, noi torniamo settimana prossima con nuove idee e tanta voglia di creare e crescere!

Un saluto da Enrico, Ivana e tutto il Parco Nord!

contentmap_plugin