Stampa

Seveso

Oggi è una buona giornata, non fredda, e siamo tutti pronti per il nostro lavoro sul fiume Seveso.
Ci incontriamo presso il Centro Civico del comune di Bresso.
Ci sistemiamo in corrispondenza del parcheggio del centro sportivo e ci presentiamo.

Voi avete già iniziato la conoscenza del fiume Seveso a scuola ... sapete dove inizia il suo corso, i suoi problemi e la sua storia. Avete fatto un bel cartellone a proposito  ...

Ho portato con me 4 pezzi di mappa dellìultimo tratto del fiume, quello che percorreremo insieme.
Proviamo ad osservare le mappe per vedere di riconoscerne i segni fondamentali ... il fiume, le case, il bosco, le strade, i campi sportivi ...
Proviamo poi a  ricomporre il puzzle ...

Ecco il nostro fiume ...

Adesso ci dividiamo in quattro gruppi, ognuno dei quali avrà una serie di mappe e con esse andremo alla scoperta del fiume.

Incontriamo alcuni ponticelli e da essi ci affacciamo per osservare il fiume, per vedere se c'è qualcosa di particolare ...

Una serie di tubi non presenti sulla mappa ...

L'acqua è oggi molto limpida e il paesaggio intorno ci si specchia.

Dopo aver fatto merenda presso il campetto da basket, riprendiamo il nostro cammino ...

Altri ponti ... Osserviamo la presenza di qualche problema ...

Un grosso albero è caduto sul greto del fiume. Sicuramente sarà stata la piena "continua" del mese di novembre ... l'acqua scorrendo velocemente erode la terra che circonda le radici degli alberi presenti sulle sponde e ne mina la stabilità.
Osserviamo che la presenza dell'alberò già funge da diga nei confronti degli oggetti, piccoli o grandi, galleggianti che la piena trasporta.

Nei pressi anche una coppia di germani ...

Proseguiamo il cammino ... ecco un altro oggetto non segnato sulla mappa.
Si tratta di una serie di motori che azionavano delle porte che si potevano aprire e chiudere a seconda dello stato di piena del fiume. Oramai non sono più funzionanti, però sentiamo anccora la puzza di tutto ciò che è sedimentato nel corso del tempo dentro alle tubature che abbiamo sotto ai nostri piedi.

Raggiungiamo il depuratore, o meglio, lo sgrigliatore.
La sua funzione è semplicemente quella di togliere tutto ciò che supera una certa dimensione e che è stato trasportato dal fiume. Questo per impedirgli di andare a finire sotto la città di Milano e di creare problemi.

Vediamo il punto in cui i due rami del fiume presenti all'interno del depuratore si riuniscono ...

Attraversiamp un boschetto dove osserviamo essere in atto un lavoro di taglio di alberi ... appunto quelli che rischierebbero di cadere nell'alveo del fiume.
Man mano che si avanza si utilizzano sempre le mappe segnando le osservazioni svolte.

Camminiamo velocemente verso la fine del nostro percorso, saliamo sul ponte in corrispondenza del Gigante ...

Quindi, dopo aver osservato un'altra coppia di germani, osserviamo il Seveso terminare la sua corsa all'aperto e entrare sottoterra a Milano.

Eccoci di fronte alla evidenza del problema che il futuro del rapporto tra il Seveso e la città di Milano ci presenta. Come si potrà mai risolvere il problema - sempre più presente - delle esondazioni del fiume e degli allagamenti nella zona nord del capoluogo lombardo?
Anche voi potreste proporre soluzioni! Ben considerando che non esiste una soluzione unica e definitiva, ma un processo di piccole e grandi scelte che si dovrebbero tradurre in una serie di azioni dinamiche.

Buon lavoro, allora!

 

 

contentmap_plugin

Visite: 141