Stampa

la biodiversità

Ci incontriamo anche quest'anno! Arrivo nella vostra classe e ci ripresentiamo, con due maestre ed un compagno nuovi serve ricordare insieme le cose fatte l'anno scorso!

Oggi siete pronti per una nuova uscita al Parco... ma cosa faremo quest'anno?

Prima di tutto vi racconto la storia del Parco Nord, non solo della parte vicino alla vostra scuola, ma anche della zona più vecchia. Di come prima non ci fosse un'area verde ma fabbriche: mentre qui intorno era una zona di campagna là era una zona industriale e dopo la seconda guerra mondiale (la studierete) venne pian piano abbandonata.

Anziché costruire nuove case, strade, centri commerciali, grazie a numerose richieste dei cittadini che vivevano lì intorno si decise di "costruire" un Parco. Alberelli alti poco più di voi, semi, e tanto lavoro: nacque il Parco.

Man mano che alberi, arbusti e erbe crescevano arrivavano gli animali.

Insieme proviamo ad elencare chi vi aspettate:insetti e uccelli che grazie al loro volo superano facilmente le barriere come le strade, poi piccoli mammiferi, i rettili come serpenti e lucertole attirati dall'erba alta, le rane, rospi e tritoni attirati dagli stagni scavati e riempiti d'acqua. Gli animali erbivori che si nutrivano di erbe, foglie, semi, nettare, a loro volta attiravano chi li avrebbe mangiati: le catene alimentari!

Tutta questa ricchezza di animali e piante, che nel frattempo, come abbiamo visto l'anno scorso, ogni anno spargono i loro semi, rappresenta la BIODIVERSITA' del Parco. Ci interroghiamo su questa strana parola. Bio sapete che significa vita: tutte le forme di vita diverse che ci sono! Esatto, tutte le specie che troviamo al Parco costituiscono la sua biodiversità. Più sono diverse e numerose, più si dice che un ambiente è ricco di biodiversità.

Non ci rimane che dividerci in gruppo, indossare la giacca ed uscire per esplorare e cercare di scoprirne di più!

Una volta fuori a ogni gruppo consegno una vaschetta ed un compito: raccogliere quanti più oggetti naturali, tracce e testimonianze della presenza di animali e piante, che riuscite. All'interno del gruppo confrontatevi per prelevare un solo oggetto per tipo, e quando ci sono funghi o animali o cose intrasportabili, chiamate me o le maestre per fotografarli.

Si parte con la prima raccolta:

Il sole che fino ad ora era rimasto nascosto adesso ci scalda e soprattutto ha una bellissima luce!

Finita la raccolta sul prato entriamo nel bosco.

Anche qui raccogliamo oggetti naturali, ci stupiamo per i funghi e incontriamo lombrichi.

Torniamo in classe con il nostro ricco bottino e ogni gruppo ordina i suoi oggetti, salvando qualche ragno rimasto tra le foglie:

Assembliamo per finire i vostri ritrovamenti, verificando da quanti gruppi è stato trovato un certo oggetto così da attribuire un punteggio di 4 se lo ha raccolto un gruppo solo, 3 se lo hanno raccolto in due gruppi, 2 se tre gruppi e 1 se lo hanno trovato tutti.

Avete raccolto 58 oggetti diversi: foglie di quercia - roverella - scotano - cilegio - acero campestre - acero di monte - pioppo nero - pioppo bianco - acero saccarino - nocciolo - gelso bianco - gelso nero - robinia - rovo - agrifoglio - 4 edere diverse - sanguinello - olmo - carpino - bagolaro - biancospino - erbacea che sembra prezzemolo - 6 erbacee diverse - quadrifoglio - muschio - bacche verdi - bacca rosa canina - bacche rosacea - bagola - bacche scure - margherita - fitolacca - spiga - fragola - fungo nero - escremento lomrbico - 9 rametti diversi - funghi a disco - funghi gelatinosi giallio - funghi gelatinosi scuri - insetto - fungo legno

Il punteggio totale è 171

Prima di salutarci osserviamo le foglie e ad ogni gruppo ne verrà affidata una da descrivere e commentare.

Per finire commentiamo tutti i diversi funghi osservati e in parte raccolti, e il loro ruolo importantissimo nel "mangiarsi" piano piano il legno e biodegradarlo.

Vi chiedo infine per quando ci rivdremo di scoprire le relazioni e le catene alimentari nascoste tra quello che abbiamo osservato oggi. Vi chiedo anche di scegliere 4 o 5 oggetti che portereste nel futuro perché ritente che siano particolarmente importanti per la vita sul nostro pianeta e perchè.

Con queste consegna ci salutiamo. Grazie a tutti per il vostro entusiasmo e a presto!

 

contentmap_plugin

Visite: 107