Stampa

sensi

Un bel sole ci aspetta! Ben ritrovati a tutti i bambini della seconda B che quest'anno sono venuti dalla scuola Cesari a trovarmi in questa parte di Parco!

Raggiunto un prato al sole io ripasso i vostri nomi, e poi sono curiosa di sapere perché siete venuti fin qui! 

Vi racconto che siamo nella parte più vecchia del Parco, e che questo bosco alle mie spalle cinquant'anni fa non esisteva. Così come i prati. Tutto frutto di piantumazioni e semine. E man mano che crescevano gli alberi e l'erba arrivavano gli animali: farfalle, formiche, serpenti, lucertole, scoiattoli, ricci, volpi, picchi! Uno, il picchio verde, lo sentiamo!

Siamo pronti a diventare esploratori? Scopro che appeso alla porta della vostra classe c'è proprio un esploratore che vi fa compagnia. Ma cosa fa? Osserva, scopre, ma anche ascolta, annusa, tocca!

Con le nostre mani possiamo per esempio scoprire dettagli del prato ai nostri piedi:

E' umido, fresco, lisco.

Ci prepariamo per entrare nel bosco dalla sua porta, tanto colorata e un po' magica...

In fila indiana entriamo in silenzio, provando a fotografare con gli occhi quello che si trova ai nostri piedi ed intorno a noi.

Ci fermiamo per condividere quanto abbiamo visto: albero secco, tronco, foglia rosa, bacca, insetto, rami, foglie gialle, albero caduto, ghianda, uccello.

Ora ciascuno prova a cercare tre colori del bosco, per poi metterli tutti insieme a formare la tavolozza dei colori di oggi:

Prima della tanto attesa merenda uno speciale saluto ai nostri amici alberi: un abbraccio. Com'è la corteccia? Fredda, ruvida, umida, morbida, sembra un peluche.

Ci spostiamo per una pausa al sole, e poi eccoci nel prato dietro al Centro Scolastico Parco Nord per verificare se siete davvero degli esploratori!

Prima di tutto sul prato al sole proviamo a sdraiarci e a sentire com'è il prato sotto la nostra schiena ed il sole sulla pelle. Ad occhi chiusi, per ascoltare il vento ed i suoni intorno, con l'immancabile picchio verde!

Poi con una maschera un po' particolare, senza le aperture per gli occhi, proviamo a camminare senza vedere. Prima in fila appoggiandoci ai compagni...

...poi affidandoci ad una corda nel bosco.

 Allinizio avete avuto un po' paura, è stato un po' difficile, ma poi molto divertente tanto che vorreste rifarlo! Ma ci aspetta una prova da veri esploratori coraggiosi!

Si tocca con le mani, si tocca con la pelle della guancia... e si può esplorare e toccare anche con i piedi!

Via scarpe e calze, approfittando del sole caldo anche se il prato è bagnato!

Percorriamo un lungo sentiero costruito con tanti materiali del bosco.

Proviamo anche a quattro zampe!

Vi è molto piaciuto camminare sui sassi tondi, sui tronchi grandi, sui mattoni... meno sui pezzetti piccoli di legno e sui sassolini che pungevano.

E dopo tutto questo fare: che fame!

Ci spostiamo in Cascina dove finalmente: buon appetito! E arrivederci!

 

contentmap_plugin

Visite: 59