Stampa

colori

Oggi è una bellissima giornata di sole e stare all'aria aperta è proprio l'ideale! Arriviamo nel luogo d'incontro stabilito, la zona del Parco presso il cimitero di Brusuglio, e subito vediamo puntualissimi e pronti ad aspettarci i nostri piccoli amici! 

Buongiorno a tutti e benvenuti al Parco Nord!

Prima di iniziare con l'attività di oggi ci incamminiamo, in fila per due, verso una zona più tranquilla e ombreggiata del Parco. Attraversiamo, dunque, il viale di querce, costeggiamo il canale e facciamo un bel cerchio sul prato, all'ombra dei grandi pioppi. Iniziamo subito con un giro di presentazioni, noi siamo Alessandra e Irene e voi?

La maggior parte di voi conosce bene questo luogo...dovete sapere che questa è una delle aree più "giovani" del Parco! Qualche anno fa qui c'erano solo campi e canali utilizzati per l'irrigazione, adesso, invece, ci sono tanti alberi, prati e persino un bel laghetto! Questo è un luogo tranquillo dove la Natura può crescere indisturbata!

Dal momento che conoscete bene questo posto, avete notato dei cambiamenti del Parco nel corso delle stagioni? Quale coloro predomina in questo periodo dell'anno? " Il verde!", ci rispondete ed è esatto! Notiamo che ci sono diverse tonalità del verde...il verde chiaro del prato e il verde scuro delle foglie dei cespugli...

Poi, quali altri colori notate? " L'azzurro dell'acqua", ci rispondete....ma... siete sicuri? Proviamo ad andare a vedere l'acqua che scorre nei canali fino ad arrivare al lago...

...di che colore è? Notiamo insieme che l'acqua cambia il colore a seconda del luogo in cui si trova...in alcuni punti è scura come la terra, in altri è verde come l'erba, se la prendiamo in mano diventa rosa come la pelle...è una sorta di magia? Dopo qualche ragionamento arriviamo alla conclusione che l'acqua è, in realtà, trasparente! Se guardiamo il lago ci sembra azzurra perchè riflette il colore del cielo, è come se fosse un grande specchio!

E a proposito di cielo, un altro colore che individuiamo è proprio l'azzurro del cielo!

Camminando nel Parco e osservando bene l'ambiente che ci circonda notiamo che in realtà non c'è solo il verde, ma molti altri colori come il marrone, il rosso, il rosa, il bianco e il giallo dei fiori della ginestra...

Continuando il percorso giungiamo ad una grande pozza, dove, se non facciamo troppo rumore, possiamo sentire anche le rane gracidare! Anche qui notiamo che il verde e il marrone sono i colori predominanti.

Adesso che avete osservato bene la Natura che vi circonda siete in grado di affronatre una piccola prova...dovrete catturare i colori della Natura! Ma, cosa significa? Su un foglio bianco dovrete fare delle macchie di colori, utilizzando solo quelli che vedete attorno a voi...insomma sarete ddei cacciatori di colori!

Consegnamo a tutti un foglio bianco e dei pastelli colorati in modo che i bambini possano dare subito inizio al loro lavoro!

Viene "catturato" il giallo dei fiori, l'azzurro del cielo...

...il rosso dei cespugli, il marrone delle cortecce degli alberi e della terra...

...il nero dei pesci e dei girini...

Ecco qua tutti i vostri capolavori:

Ci sono grandi e piccole macchie, macchie circolari, quadrate, in riga...macchie piene o con solo il bordo...insomma ognuno ha interpretato la cattura dei colori a modo proprio...ottimo lavoro bambini!

Adesso ci mettiamo tutti in cerchio e ascoltiamo una bella storia...

...un giorno il merlo del Parco Nord si accorse che tutto intorno a sè era diventato bianco: gli alberi, le foglie, la terra, le bacche, un vero disastro! Gli uccelli non riuscivano più a cibarsi perchè non riconoscevano le bacche, gli scoiattoli non si arrampicavano più sugli alberi perchè non riconoscevano i rami...insomma non si capiva più nulla! per risolvere la situazione era necessaria una magia! E chi dobbiamo chiamare per fare una magia? " Un mago!", ci rispondete. Esatto! Per l'esattezza intervenirono ben tre maghi! Il primo tinse tutto di rosso, il secondo tutto di blu ed il terzo tutto di giallo...insomma si rivelarono essere tre maghi pasticcioni!!

Adesso, ad ogni bambino viene consegnato un foglio bianco, come il Parco nella storia....e come si fa a colorare il foglio senza usare i pastelli? Semplice, con la Natura!

Con i fiori gialli...

...i fiori viola...

...l'erba...

...insomma con tutto ciò che la Natura ci offre!

Ed ecco qui il risultato dei vostri lavori:

È vero che i colori della Natura sono più delicati, ma sono comunque bellissimi!! Meglio di un dipinto!

Qui si conclude l'attività di oggi! Grazie di essere stati con noi e speriamo che vi siate tutti divertiti!

Buon rientro e buona estate! Alla prossima!

Un saluto dal Parco Nord!

 

Visite: 80