sensi

E' finalemente arrivata l'estate al Parco: sole caldo, cielo terso e le prime cicale si fanno sentire!
I piccoli amici di oggi sono giunti al Parco già da questa mettina, ma nelle ore più fresche si sono dedicati al relax e ai giochi. Ora, dopo aver pranzato con dei grossi panini, sono pronti per...lavorare con noi!
Alessandra, Marta, Irene ed io andiamo incontro alle classi nel luogo del pic-nic: i prati di fronte alla Cascina.
Da qui, ci spostiamo verso l'Aula Verde dove, divisi nelle due classi ci presentiamo e vediamo di capire cosa sia il Parco...

Capiamo che è un luogo verde, con alberi ed erba, un luogo dove divertirsi, rilassarsi, ma anche imparare segreti sulla Natura. Tutte cose giuste, ma un Parco è un luogo creato apposta per la Nataura, per le piante e gli animali. Per donare loro una casa, infatti mentre saremo qui nel Parco dovremo ricordarci di essere rispettosi verso ciò che è naturale!
Bene? Siete pronti? Ora possiamo iniziare! Ma a fare cosa? Gli esploratori! Ma non useremo mappe, bussole o lenti, ma solo...i nostri sensi! Vista, udito, tatto, gusto, olfatto saranno i nostri compagni!
Per prima cosa useremo il TATTO, ma non quello delle mani....ma bensì quello dei piedi! Via scarpe e calze!
mi muzio2b1

A piedi nudi dovrete percorrere un sentiero speciale composto da rametti, tronchi marci, sassolini e tanto altro che la Natura produce! Vediamo poi che sensazioni riuscite a provare....

 mi muzio2b2

...c'è chi si muove con sicurezza....

 mi muzio2b3

...e chi per paura di schiacciare qualche bruco verde, in punta di piedi e con eleganza...

Ora proveremo a quattro zampe...c'è chi assomiglia ad una scimmia, chi ad una tigre, chi ad un coccodrillo!

 mi muzio2b4

mi muzio2b5

Ora, sempre scalzi, proveremo a fare la cariola nel prato!

 mi muzio2b6

Bravi esploratori!
E' giunto il momento di raccontare cosa avete sentito con il tatto:
- i sassi piccoli facevano il solletico;
- l'erba era calda ed appiccicosa;
- le cortecce piccole pungevano;
- i tronchi grossi erano ruvidi;
- il muschio dei mattoni era secco;
- i sassi grossi erano caldi ed avevano alcune linee ruvide;
- l'erba pungeva.
Bene piccoli amici, ora useremo tutti i sensi per riuscire ad orientarci! E come? 
Ci inoltriamo nel bosco e ci troviamo di fronte ad una ragnatela. A coppie dovrete attraversarla. Ma non sarà così facile! Uno dei due componenti non vedrà. Sarà il compagno con dei segnali specifici ad indicargli se abbassarsi, alzarsi o fermarsi. Pronti?
C'è chi viene guidato con maestria...
mi muzio2b7

...chi invece sbaglia segnale e...attenzione alla corda e al cappello!

mi muzio2b8

Al termine della prova capiamo che non è così semplice orientarsi nello spazio senza la vista. "Chissà che fatica fanno i ciechi" esclama uno di voi. Alcuni, però, raccontano che, usando il tatto si poteva capire dove erano le corde e riuscire a non cadere...anche se poi non si capiva la direzione da seguire!
Ora, è giunto il momento di usare delle maschere! No, non è carnevale! Sono maschere speciali: non hanno il buco per gli occhi...Eggià! Con esse non vedrete nulla, ma proprio  nulla! A gruppetti vi accompagnerò nel bosco e, seguendo con le mani una corda di riferimento, inizierete a camminare. Ogni tanto, legati alla corda, sentirete dei sacchetti: dovrete capire cosa contengono. E come? Usando le mani! Chissà cosa sarà quella cosa dura...e quella cosa piccola e rumorosa? Via!

 mi muzio2b9

...chissà, magari in due si capiscono meglio gli oggetti appesi...

mi muzio2b10

Una volta che tutta la classe ha terminato, vediamo insieme cosa siete riusciti a riconoscere: 
- delle cannucce;
- dei sassi piccoli;
- dei tappi di bottiglia;
- una catena;
- delle pigne;
- qualcosa che pungeva;
- delle patate;
- dei tappi di bottiglie d'acqua;
- un cd.
Bhe, siete stati bravi perchè siete riusciti a riconoscere alcuni oggetti, ma non tutti! Non è facile capire quali sono gli  oggetti che si hanno di fronte senza usare la vista!
Ora ripercorriamo la strada a occhi aperti e vediamo anche dei bicchieri di plastica, dei rotoli di carta igienica schiacciati, delle buste di plastica e il resto di un alveare!
Purtroppo il tempo è tiranno, ma prima di salutarci...un piccolo regalo per voi! Il tatuaggio degli esploratori del Parco Nord: il Brughillo, il capo degli esploratori, vi guiderà nelle vostre future scoperte!
Alla prossima!

 mi muzio2b11

contentmap_plugin