Ci incontriamo in via Arezzo mentre ci state aspettando. è una fresca giornata di primavera anche se i prati sono tutti bagnati per la pioggia che c'è stata nei giorni scorsi.


Voi venerdì venite con me facciamo un cerchio nel prato e ci presentiamo: sono Alessandra.

Molti di voi sono già stati al Parco Nord alcuni invece mai Oggi siete qui per cercare meraviglie la meraviglia è una cosa bella è una cosa che ci piace è una cosa che ci stupisce un tesoro. Le meraviglie le possiamo raccogliere ma ci accorgiamo possiamo anche vederle e ascoltarle.

Per esempio intorno a noi cantano tantissimi uccelli e il prato brilla.brilla grazie alle gocce d'acqua ma il brillare non possiamo raccogliere lo possiamo solo toccarlo.

A scuola vi siete chiesti cosa potevate fare oggi qui e avete scritto 10 idee alcune le abbiamo già messo in pratica altre le scopriremo strada facendo.

Per raccogliere le meraviglie che possiamo tenere in mano ho una scatola. Ci avviciniamo subito al primo boschetto, all'esterno è pieno di arbusti fioriti, nel bosco entriamo in fila.

Troviamo ghiande cappellini foglie Verdi foglie gialle foglie marroni funghi... La nostra prima raccolta è molto ricca.

Ci spostiamo seguendo un sentiero e osservando prima di tutto il velodromo dove corrono i ciclisti e poi dove inizia l'acqua: un canale pieno di piante e di Iris gialli.

Alla nostra sinistra invece c'è il prato dove cantano tantissimi grilli.

Arriviamo a un altro Prato dietro a uno stagno che però noi ancora non vediamo. Attira la nostra attenzione la meraviglia di un ciuffo di margherite.

In piccoli gruppetti entriamo in un secondo boschetto e facciamo capolino ai bordi del laghetto. 

Vediamo gallinelle d'acqua, tartarughe, foglie di ninfea e buffi fiori gialli che spuntano: i nannuferi.

Sul prato che ripercorriamo per girare intorno allo stagno vola una farfalla viola anche questa è una delle meraviglie che porteremo via con gli occhi.

È sempre i nostri occhi raccolgono stupiti l'arrivo di un airone che si mette nello stagno ad aspettare qualche pesciolino o rana da mangiare. Vicino a lui arriva anche un anatra!

E' il momento di osservare quello che abbiamo raccolto: ghiande, foglie verdi, foglie secche, cortecce, funghi. Una piccola quercia è germinata e proverete a portarla a scuola e a farla crescere.

Con la terra speciale di cui è fatto lo stagno l'argilla proviamo a costruire una piccola scultura con quello che abbiamo raccolto.

A scuola lo finirete bene. È proprio il momento di andare a cercare una fontanella! 

Arrivederci!

contentmap_plugin