mappa

È giunto il momento di un altro incontro con gli amici della 3A della scuola Garibaldi.
Ci incontriamo vicino alla fontana rotonda e subito ci dirigiamo verso l'area didattica per iniziare il lavoro di oggi...

La scorsa volta, sempre all'interno di quest'area, avevamo fatto un gioco di orientamento, in cui dovevate riconoscere alcuni dei luoghi presenti sulla mappa.
Uno di questi luoghi erano i bunker... avete pensato a cosa potrebbe nascondersi in questi tunnel sotterranei?
Le vostre risposte sono state molto particolari: una tavola piena di cibo, delle ossa, delle armature, armi, divise da guerra e dei pigiami per dormire la notte...sempre molto utili!

Per svelare il mistero, la cosa migliore è entrare nei bunker! Quindi, copritevi bene e iniziamo a scendere...

cb Garibaldi3A9aprile1

I bunker sono un luogo spoglio fatto di pietra e cemento. Non sono formati da un'unica galleria, questo perchè in caso di bombardamento, si sarebbe creato un effetto domino e tutti i rifugiati sarebbero morti. Se, invece, l'intera struttura è formata da più gallerie, si riduce il rischio di morte.

cb Garibaldi3A9aprile2

È arrivato il momento di raccontarvi una prima storia...Negli anni '80 i ragazzini che abitavano in questa zona pensavano che questo luogo fosse infestato da fantasmi. Un giorno, un gruppo di ragazzini andò in esplorazione... Ad un certo punto uno dei ragazzi sentì qualcosa di viscido e bagnato sulla spalla...secondo voi, cosa poteva essere? " Un ragno, un filo, una lucertola, una ragnatela, delle ossa, gocce d'acqua, una roccia, un serpente..", ci rispondete. In realtà quello che sentirono i ragazzi furono delle radici!! 

cb Garibaldi3A9aprile3

Queste radici, molto lentamente, hanno bucato il cemento semplicemente crescendo... pensate a quanta forza può avere una radice!!

Nel periodo della seconda guerra mondiale questi bunker erano dei rifugi antiaerei e qui, durante i bombardamenti, trovavano rifugio i militari e gli operai della Breda. Infatti, durante la guerra, la Breda fabbricava armi. 

Proviamo un attimo ad immedesimarci in queste persone...secondo voi, quali sensazioni, quali sentimenti potevano provare in quel momento? "Paura, tristezza, terrore, disagio, speranza, preoccupazione...", ci rispondete. Corretto! Questi uomini, e in parte anche donne, erano soprattutto pensierosi, preoccupati, ma per cosa? " Per la loro famiglia", risponde qualcuno. Ed è proprio così! Per la loro casa!

Con queste riflessioni sul passato e sulla storia locale usciamo dai bunker e incominciamo con la seconda parte dell'attività!

A questo punto vi dividiamo in quattro gruppi e ad ogni gruppo diamo una mappa...

cb Garibaldi3A9aprile5

Vi chiediamo di individuare cinque nuovi luoghi (all'interno dell'area didattica), tutti diversi, collocarli sulla mappa e dar loro un nome, anche un po' simpatico e fantasioso.

Pronti? Via, tutti a cercare nuovi punti!

cb Garibaldi3A9aprile6

cb Garibaldi3A9aprile8b

cb Garibaldi3A9aprile9

Ottimo lavoro! Adesso ci mettiamo in cerchio e ogni gruppo ci dice i suoi cinque luoghi...

cb Garibaldi3A9aprile10b

Siete stati tutti molto bravi!

Vediamo alcuni dei vostri punti...

Abbiamo quello che per qualcuno è il serpente aspettatore, per altri il tronco degli insetti e per altri il flauto a mille note...

cb Garibaldi3A9aprile11

Poi c'è la valle fiorata...

cb Garibaldi3A9aprile12

...le mani cespuglio...

cb Garibaldi3A9aprile13

...il bernoccolo...o gobba del cammello...

cb Garibaldi3A9aprile15

...il portale dei cavalli o la porticella misteriosa...

cb Garibaldi3A9aprile14b

Ed infine il ponte magico, o ponte delle libellule oppure il foglio rigato...

cb Garibaldi3A9aprile16

Qui si conclude la nostra attività. Vi lasciamo però un compito: ogni gruppo dovrà scegliere uno dei nuovi punti e creare un indovinello che lo descriva, così che sia possibile realizzare una nuova mappa.

Eccola ... la nuova mappa!

È giunto il momento di salutarci! Ciao a tutti!

contentmap_plugin