La Costituzione della Terra

E’ necessario iniziare a confrontarci insieme, come Umanità, sulla parola Costituzione!

Una sola, oramai irrinunciabile, Costituzione della Terra, ovvero un documento scritto nel quale siano contenuti i princìpi, i valori, le regole e gli istituti fondamentali dell’organizzazione “Terra”. In definitiva come strumento di salvaguardia del più debole, del più piccolo, delle minoranze.

L’Uomo, da debole creatura sull’orlo dell’estinzione di qualche milione di anni fa si è erto a creatore indiscusso e senza rivali.  La sua Debolezza è diventata progressivamente Potere e oggi sta rischiando di divenire nuovamente Debolezza …
Chi oggi può essere considerato debole? Il grande e forte carnivoro, la gigantesca sequoia, la balenottera azzurra, il colorato fiordaliso …
E come è possibile scrivere una Costituzione che preveda espressamente delle norme a favore dei deboli non-umani?
Visto che tale Costituzione non esiste ancora – ma qualcuno ci sta pensando … – proviamo noi ad iniziare a porre delle semplici basi per la sua scrittura. E possiamo fare ciò facendo per esempio riferimento a quei popoli e a quelle nazioni che nella loro Costituzione un pezzetto di Terra ce l’hanno veramente messa!
Ci riferiamo alle Costituzioni della Bolivia, del Venezuela, dell’Equador, di alcune nazioni dell’America Latina … Pensiamo al concetto di “Buen vivir”, ovvero la ricerca di armonia e benessere collettivo con la natura, rispetto al concetto di “sviluppo” nel nostro mondo occidentale.

Ma possiamo iniziare a scriverla anche partendo dalla nostra sensibilità, dalle nostre piccole esperienze, dal nostro sentirci in sintonia anche solo per qualche ora con qualche piccolo pezzetto di Natura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *